Servizi Modelli Organizzativi D.LGS 231/01

CSI - Via Enrico Fermi 14, 51100, Pistoia · 0573 22342 · P.IVA 00968430470 · info@csipt.it

Modello di Organizzazione e Gestione ex D.Lgs.231/2001

Predisposizione del Modello di Organizzazione e Gestione ex D.Lgs.231/2001 e di tutta la documentazione necessaria; tale modello, previsto tra l’altro dall’art. 30 del D.Lgs. 81/2008 è diventato indispensabile in quanto è uno strumento di gestione  e principalmente di supporto alla società, capace di tenere sotto controllo i principali processi aziendali al fine di contrastare e ridurre al minimo il rischio di commissione di illeciti previsti dal decreto stesso. 
Il D.Lgs. 231/2001 introduce  la responsabilità amministrativa per società, enti e organizzazioni, con o senza personalità giuridica. Per la prima volta nell’ordinamento italiano è prevista la responsabilità delle aziende per reati posti in essere da Amministratori, Dirigenti e/o Dipendenti nell'interesse o a vantaggio dell'azienda stessa.
Tra i reati compresi nel Decreto i più significativi sono quelli ai danni della sicurezza dei lavoratori, dell’ambiente, societari (false comunicazioni sociali, indebita restituzione conferimenti), nei confronti della pubblica amministrazione (truffa e corruzione). L’elenco dei reati che possono originare la responsabilità delle aziende è in continuo aggiornamento e ampliamento.

Le sanzioni a cui l’azienda potrebbe andare incontro sono particolarmente pesanti e applicabili anche in via cautelare:

  • sanzioni pecuniarie, calcolate con il sistema delle quote, prevedono da un minimo di 25.000,00 € a un massimo di 1.500.000 €;
  • sanzioni interdittive all’esercizio dell’attività, esclusione di agevolazioni, finanziamenti, contributi, ecc…;
  • confisca del profitto o del prezzo del reato;
  • danni alla reputazione e immagine (le sentenze di condanna sono pubbliche).

Il principale beneficio è invocare l’esclusione o la limitazione della responsabilità aziendale derivante da uno dei reati sanzionati dalla 231. Altri benefici sono: gestione aziendale trasparente e corretta; maggiore chiarezza organizzativa e bilanciamento tra poteri e responsabilità; migliore cultura dei rischi e dei controlli sulle operazioni di business e di supporto in azienda.